Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Verifica conformità multimetro senza specifiche
#1
Ciao ragazzuoli
Sto tarando un multimetro ZETEK modello KM030 del quale non riesco a reperire le specifiche del costruttore, che solitamente utilizzo per decidere se lo strumento è ancora utilizzabile oppure da mettere fuori servizio. A questo punto non avendo nessun riferimento come posso per decidere se è buono o non buono per l’utilizzo??
Cita messaggio
#2
Effettivamente cercando sul sito del produttore non si trovano le specifiche di accuratezza dichiarate.
Non sapendo se fai parte di un laboratorio di terza parte o di un laboratorio interno ad una azienda ti rispondo per tutti e due gli ambiti.

Se fai parte di un laboratorio di terza parte:
Non ti interessano le specifiche di accuratezza dichiarate dal costruttore; te limitati a verificare lo strumento facendo una fotografia del suo stato ad oggi. Sarà poi il cliente a decidere se l'eventuale errore rilevato durante la taratura è accettabile considerandone l'utilizzo in azienda.

Se fai parte di un laboratorio interno alla azienda o se sei il cliente che deve valutare un certificato redatto da un laboratorio di terza parte:
In questo caso, a prescindere dalle specifiche del costruttore, sei te che devi decidere se lo strumento è adatto o no ad essere riutilizzato.
Di solito i criteri con cui si scelgono gli strumenti, e quindi i requisiti minimi di accuratezza, sono specificati nelle procedure / istruzioni aziendali, o in base all'utilizzo. L’importante è che per ogni strumento siano scritti da qualche parte!!!!!
Faccio un esempio su un trasduttore corrente tensione come uno shunt.
Io posso avere uno shunt di classe 1, ma decido che come criterio minimo di accettazione voglio la classe 0,5. Ho deciso però di comprare una classe 1 perchè :
- mi costava meno
- il mio range di corrente di utilizzo è molto limitato e nei dintorni dell'80% del valore massimo di corrente utilizzabile
- sto al rischio di un eventuale aging precoce e quindi di trovarlo fuori taratura
- lo tengo sotto controllo metrologico magari due o più volte l'anno per garantire che venga rispettata sempre la accuratezza richiesta.
Oppure posso volere un criterio minimo di accettazione di un classe 2, e comprare uno shunt in classe 0,5 perchè
- è più stabile nel tempo considerando i miei criteri di accettazione
- lo posso mandare a tarare anche con dei tempi più rilassati
- voglio essere il più possibile sicuro di trovarlo all’interno dei miei criteri di accettazione tra una taratura ed un'altra (NOTA)
Quindi sei te cliente che decidi il criterio di accettazione del tuo strumento in base all’utilizzo (certo non puoi fisicamente richiedere una precisione dello 0,01% se il costruttore dello strumento dichiara l’1%.....è altamente improbabile che rientri all’interno dei tuoi criteri di accettazione)

In ogni caso per scegliere il criterio di accettazione si fa sempre una valutazione considerando il tipo di misura che deve essere poi eseguita e quindi analizzandone il TUR.

NOTA: Mettiamo il caso che fai parte di una azienda che lavora in qualità, e che utilizzi lo strumento per i tuoi collaudi; lo strumento compare quindi nei bollettini di collaudo. Se mandandolo a tarare lo trovi fuori taratura devi riconsiderare i collaudi dei prodotti eseguiti dall’ultima taratura dello strumento ad oggi. Devi valutare l’impatto della misura errata sul collaudo dei tuoi prodotti e nel peggiore dei casi devi anche prevedere un ritorno degli apparati dal mercato….Quindi meditate.


Sperando di essere stato esaustivo saluto
Dennis
Dennis

Ricordate..... Le prove vanno fatte bene!!!! Tongue

Cita messaggio
#3
Grazie Dennis per l'aiuto. Eseguo tarature interne all'azienda, di solito utilizzo le specifiche del costruttore come regola decisionale per il pass o il fail dello strumento. Ora si complica tutto.

Tuttalpiù utilizzerò questo multimetro per prove funzionali.
Cita messaggio
#4
Secondo me non si complica niente.
Devi solo inserire nella scheda dello strumento, presente nel tuo laboratorio metrologico, i criteri di accettazione che gli dai per ogni grandezza che deve misurare.
Una volta fatto ce l'hai per sempre!!!
Puoi fare anche dei copia - incolla da strumenti simili,o di peggiore pregio, e verificare che rientri nei criteri richiesti
Ciao
Dennis

Ricordate..... Le prove vanno fatte bene!!!! Tongue

Cita messaggio
#5
Grazie Dennis ascolterò i tuoi consigli.

Preciso e puntuale nelle risposte.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)