Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Taratura tester elettricisti HT GSC59
#1
Ciao a tutti
mi sono imbattuto di recente con i miei colleghi nella discussione per stilare una procedura di taratura per un tester da elettricisti (es. HT GSC59). Ora, premesso che abitualmente eseguiamo tarature su strumenti di uso frequente in campo industriale come pinze amperometriche e multimetri, ci troviamo in forte disaccordo per quanto riguarda la taratura di questo tester.
Qualcuno di voi ha esperienza in merito? Qualsiasi suggerimento è bene accetto.
Grazie e buon lavoro a tutti SmileSmileSmile
Cita messaggio
#2
L'HT GSC59 è un analizzatore di qualità di rete.
Le quantità da testare sono principalmente la corrente (tramite le sonde), la tensione in RMS e le varie armoniche (e di conseguenza vari derivati come potenza, cosfi, ecc).
Mi pare che la norma definisca che la taratura dev'essere effettuata fino alla 30esima armonica, ma a mente non ricordo molto bene dovrei andare a verificare.

Essenzialmente quindi ti serve un generatore di corrente "puro" o moltiplicato tramite avvolgimenti, un riferimento di tensione e sfasamento e un generatore di armoniche.
Cita messaggio
#3
In che senso sei in disaccordo??
Cita messaggio
#4
(28-04-2014, 11:54)matteo04 Ha scritto:  In che senso sei in disaccordo??

Ciao Matteo
il disaccordo è riferito alla modalità di svolgimento delle prove. Io nel lab seguo soprattutto la parte dimensionale, ma mi trovo a collaborare per stilare le procedure anche per la sezione delle grandezze elettriche in quanto ho esperienza da perito elettronico. Il disappunto è in particolare sullo svolgimento delle prove dello strumento come generatore di tensione durante le prove di isolamento, di resistenza in corrente continua (con riferimento di corrente) e come misuratore di resistenza di terra in corrente alternata. Mentre per le prove da "Analyzer" lo trattiamo come un normalissimo misuratore, a mio parere per il tipo di prove che ho menzionato sopra è da considerarsi strumento attivo e non passivo.
Ho sentito molti pareri di produttori di questo tipo di strumenti, ma quando si parla di taratura è come se cadessero dalla nuvole.
Cita messaggio
#5
Ah ok. Pensavo che il disaccordo fosse sul fatto di doverlo tarare oppure no.
Cita messaggio
#6
Ti do qualche info in merito a quello che faccio io in laboratorio. I GSC59 li verifichiamo tramite un calibratore Fluke 5320A che è un calibratore appositamente studiato per la verifica di questi strumenti. Con questo calibratore si riescono a verificare anche tutte le funzioni che misurano resistenza com il LOW OHM la Riso ecc. Verifichiamo anche gli interventi RCD in termini di ms su diverse correnti. Se hai bisogno di qualche informazione particolare non hai che da chiedere.
Cita messaggio
#7
Ciao stefano, mi sono permesso di modificare il titolo così da avere più risalto ed essere meno generico.

Grazie per la collaborazione.
Cita messaggio
#8
(28-04-2014, 13:40)enrico.reccagni Ha scritto:  Ti do qualche info in merito a quello che faccio io in laboratorio. I GSC59 li verifichiamo tramite un calibratore Fluke 5320A che è un calibratore appositamente studiato per la verifica di questi strumenti. Con questo calibratore si riescono a verificare anche tutte le funzioni che misurano resistenza com il LOW OHM la Riso ecc. Verifichiamo anche gli interventi RCD in termini di ms su diverse correnti. Se hai bisogno di qualche informazione particolare non hai che da chiedere.

Grazie mille per le dritte Enrico Big Grin
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)