Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Taratura micropipette e puntali
#1
Rileggendomi la norma sulla taratura delle micropipette (ISO 8655, nel caso specifico la parte 2), nel secondo allegato in calce una tabella riporta le influenze dei vari parametri che intervengono durante la taratura, espresse in %, riferite al volume nominale. Ad es. temperatura, umidità, pressione, viscosità del liquido usato. Bene, nell'elenco appare anche il "riutilizzo dei puntali", che influisce per il 4% (sic!), andando a intaccare il limite MPE.
Ho sempre tarato le mpipette con 10 pesate su tre volumi, poiché noi usiamo prevalentemente mpipette a volume variabile. Quindi 30 puntali per ogni micropipetta più alcuni di "recupero" (quando la pesata è chiaramente sballata e frutto di errore manuale) e 3 per l'avvinamento ad ogni cambio di volume. Diciamo 40 puntali. Per 10 mpipette vanno via 400 puntali, vale a dire 4 e rotti racks da 90 puntali.
Io ho sempre riutilizzato i puntali, nel senso che non elimino quelli che uso durante la taratura. Li ripongo e li adopero la volta successiva.
Tutta questa pappardella per chiedere.
  • è corretto quello che faccio?
  • voi come fate?

    Grazie.
    Lorenzo
Cita messaggio
#2
Non so dirti se sia corretto o no, però la norma ti fornisce un grande aiuto cioè quello di dirti già a priori che se riutilizzerai i puntali commetterai un errore. Ora sei tu che devi valutare se l'errore è o no ammissibile all'interno del metodo che stai utilizzando. Se con il 4% non rientri nelle accuratezze che ti sei prefissato allora ti sei già dato una risposta.

Vediamo se qualche esperto ci può aiutare maggiormente.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)