Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Taratura anemometro
#1
Buongiorno a tutti, devo eseguire la taratura interna di un anemometro disponendo di un anemometro campione del quale ho anche il relativo certificato Accredia.
La logica mi suggerisce di metterne uno in serie all'altro e di sottoporli ad un flusso di aria per compararne i risultati ma entrano in gioco diversi fattori che nel calcolo dell'incertezza mi complicherebbero non di poco la vita come ad esempio i diametri diversi delle due ventole, turbolenze date da un flusso non lamellare.....
Qualcuno sa dirmi se esiste in rete (anche in lingua Inglese) della documentazione tecnica (linee guida o semplici trattati) che mi permetta di ragionarci sopra e redigere un minimo di procedura tecnica che non sia fondata solo su tentativi a naso?
Grazie in anticipo
Alessandro
Using Tapatalk
Cita messaggio
#2
Hmmm... Questa non la so proprio. Così di primo acchitto ti potrei consigliare di posizionare prima il campione individuando una zona ben prestabilita. Prendere la misura e poi sempre nella stessa identica zona e distanza posizionare l'anemometro in taratura.

Se mi dai un paio di giorni vedo se trovo qualcosa in rete.
Cita messaggio
#3
(05-08-2014, 14:53)Baiso Ha scritto:  Buongiorno a tutti, devo eseguire la taratura interna di un anemometro disponendo di un anemometro campione del quale ho anche il relativo certificato Accredia.
La logica mi suggerisce di metterne uno in serie all'altro e di sottoporli ad un flusso di aria per compararne i risultati ma entrano in gioco diversi fattori che nel calcolo dell'incertezza mi complicherebbero non di poco la vita come ad esempio i diametri diversi delle due ventole, turbolenze date da un flusso non lamellare.....
Qualcuno sa dirmi se esiste in rete (anche in lingua Inglese) della documentazione tecnica (linee guida o semplici trattati) che mi permetta di ragionarci sopra e redigere un minimo di procedura tecnica che non sia fondata solo su tentativi a naso?
Grazie in anticipo
Alessandro

Che tipo di flusso d'aria utilizzeresti? Un tunnel del vento o un flusso d'aria "casalingo"?
Cita messaggio
#4
Che tipo di flusso d'aria utilizzeresti? Un tunnel del vento o un flusso d'aria "casalingo"?
[/quote]

Fino ad ora ho fatto degli esperimenti con un semplice aspirapolvere industriale a velocità variabile collegato ad un tubo in PVC del diametro approssimativo di 40 cm, a metà tubo ho realizzato uno "scasso" dove inserire i due anemometri ma i risultati non mi hanno soddisfatto. Credo che le turbolenze d'aria generate dalla rotazione della ventola primaria abbbiano influito sui risultati ottenuti con la seconda. Inoltre non ho notato grandi differenze tra la velocità minima e quella massima impostate sull'aspiratore. Ho deciso di provare con flusso di aria in aspirazione per via delle turbolenze che altrimenti si dovrebbero annullare con un sistema lamellare. Ho visto che in commercio esistono gallerie del vento per la taratura di anemometri ma credo che siano fuori dal nostro budget...ci costerebbe di meno mandare in taratura l'anemometro e amen. Speravo che qualcuno avesse già avuto il piacere di picchiar i il naso.

(06-08-2014, 21:18)enrico.reccagni Ha scritto:  Hmmm... Questa non la so proprio. Così di primo acchitto ti potrei consigliare di posizionare prima il campione individuando una zona ben prestabilita. Prendere la misura e poi sempre nella stessa identica zona e distanza posizionare l'anemometro in taratura.

Se mi dai un paio di giorni vedo se trovo qualcosa in rete.

Grazie Enrico!
Using Tapatalk
Cita messaggio
#5
Dimenticavo, è un anemometro a filo caldo o a ventolino??
Cita messaggio
#6
In rete ho travato questo:

http://www.measnet.com/wp-content/uploads/2011/06/measnet_anemometer_calibration_v2_oct_2009.pdf
http://www.meteonics.com/downloads/measnet.pdf

se cerchi in lingua inglese google ti presenta diversi risultati.
Cita messaggio
#7
Grazie dei link, ci do un occhiata! Sia il mio primario che quello da tarare sono a ventolina.
Using Tapatalk
Cita messaggio
#8
Dovresti cercare di capire se il flusso che hai a disposizione perturba la misura. Così a sensazione credo che con degli anemometri a filo caldo avresti avuto più problemi.
Cita messaggio
#9
Credo di si, ci sono turbolenze all'interno del convogliatore di flusso (modo Figo per dire tubo in PVC Smile).
Adesso per un paio di settimane cercheró di affrontare il problema da un punto di vista prettamente teorico, poi al rientro dalle ferie vedró quanto tempo mi verrà messo a disposizione per un po' di esperimenti.
Using Tapatalk
Cita messaggio
#10
Aggiornamento: dopo aver fatto prove su prove purtroppo abbiamo seri problemi a generare flussi di aria costanti. Abbiamo preso dei tubi in PVC di varie sezioni e le abbiamo interfacciate ad un aspiratore industriale. Mediante una valvola a saracinesca abbiamo limitato il flusso in uscita ma non abbiamo ottenuto risultati ripetibili e soddisfacenti. Per adesso il mio capo ha deciso di abbandonare il progetto e nell'attesa valuteremo se acquistAre un sistema costruito ad hoc per la taratura. Grazie per tutti i consigli!
Using Tapatalk
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)