Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Tabella di Accreditamento ACCREDIA
#1
Buonasera, sono nuovo del forum e nuovo nel campo delle tarature. Non ho trovato nulla in merito per cui apro questa discussione. Spero possiate aiutarmi.
Sono il direttore tecnico di un laboratorio di taratura masse e bilance e stiamo cercando di accreditarci con accredia per fare un LAT.
Non capisco come sono calcolate le incertezze di misura per la taratura delle masse dichiarate nelle tabelle di accreditamento.
Sono le incertezze dei campioni di prima linea a disposizione del laboratorio?
Oppure sono le sono le incertezze dei campioni di prima linea sommate quadraticamente con le incertezze delle bilance utilizzate per tarare le rispettive masse?

Spero di essere stato chiaro

Mille Grazie
Cita messaggio
#2
(18-02-2018, 00:27)ilmored Ha scritto:  Buonasera, sono nuovo del forum e nuovo nel campo delle tarature. Non ho trovato nulla in merito per cui apro questa discussione. Spero possiate aiutarmi.
Sono il direttore tecnico di un laboratorio di taratura masse e bilance e stiamo cercando di accreditarci con accredia per fare un LAT.
Non capisco come sono calcolate le incertezze di misura per la taratura delle masse dichiarate nelle tabelle di accreditamento.
Sono le incertezze dei campioni di prima linea a disposizione del laboratorio?
Oppure sono le sono le incertezze dei campioni di prima linea sommate quadraticamente con le incertezze delle bilance utilizzate per tarare le rispettive masse?

Spero di essere stato chiaro

Mille Grazie

Ciao, ti premetto che anche io sono abbastanza nuovo nel campo delle tarature, intanto quando parli di LAT ti riferisci quindi all'accreditamento 17025?
Comunque se posti la tabella a cui fai riferimento potrebbe esserci più chiaro per darti una mano, comunque al di la di tutto non so che grado di istruzione tu abbia ( posso pensare che sei ingegnere ) ma di base credo che poter fare a meno di un consulente che abbia esperienze di accreditamenti con Accredia sia abbastanza complicato.
Cita messaggio
#3
Ciao, sono un fisico ed ho un dottorato in fisica.....ho anche a disposizione un esperto qualità 17025......la domanda in realtà è motlo semplice. Nella tabella di accreditamento per le masse le incertezze indicate dal laboratorio sono le incertezze delle masse di riferimento che un laboratorio ha a disposizione?

Ecco un esempio di tabella....così come da circolare ACCREDIA:


https://www.accredia.it/app/uploads/2015/03/5485_Circolare_1_2015_ACCREDIA_DT_-1.pdf
Cita messaggio
#4
Ciao
provo una risposta da semplice utilizzatore dei documenti di taratura masse :
il valore che trovi nelle tabelle degli accreditamenti è il limite inferiore dell'incertezza per un certo valore nominale di massa,
nella realtà poi sui docmenti sono spesso presenti valori diversi perchè ci sono alcune variabli che potrebbero entrare in gioco.
in altre parole, l'accreditamento è fatto sulla base delle condizioni ottimali per il centro.
Il valore è determinato tenendo conto una serie di parametrti, dalle masse che il centro ha come campioni di riferimento, ai comparatori di cui dispone e delle condizioni ambientali.
spero di non aver confuso le idee
un saluto
Cita messaggio
#5
Sei stato chiarissimo certamente! Grazie

Infatti come pensavo io, l'incertezza di taratura delle masse dipende dalle masse primarie, dai comparatori che utilizzo e da altri parametri.......ma non trovo nessun documento Accredia in cui ci sia indicato come calcolare questa incertezza MINIMA che è capace di raggiungere il laboratorio.......mentre come si calcola l'incertezza di una taratura vera e propria ci sono tanti documenti molto chiari.

Inoltre ho notato che quasi tutte le tabelle riportano valori di incertezza piccoli quanto le masse in E1 seconda la tabella OIML, e ciò è impossibile perché alle incertezze dei pesi si dovrebbero sommare le altre incertezze (strumentazione, condizioni ambientali etc...) generando così incertezze certamente maggiori di quelle della classe E1 della tabella OIML.

per cui ho il sospetto che questi laboratori indichino nella tabella di accreditamento esattamente le incertezze dei pesi di riferimento tarati presso INRM

Spero di essere stato chiaro.

Mille grazie
Cita messaggio
#6
domanda curiosa : ma state facendo un accredirtamento per le masse ?
Cita messaggio
#7
Si spera! Big Grin
Cita messaggio
#8
spero sia il primo passo di un'avventura importante, credo che avrete fatto delle valutazioni di tipo economico sui potenziali clienti e sulle loro esigenze,
il nuovo decreto (93/2017) potrebbe portare un po' di lavoro per voi e la maggior parte dei centri è concentrata in un'area ristretta del nostro paese
Cita messaggio
#9
esattamente! già facciamo le verifiche periodiche delle bilance, ma con il nuovo decreto possono solo i laboratori accreditati. Per cui per noi è un passo obbligato ma che ci permetterà di fare un salto di qualità e crescere. Stiamo lavorando!

Tuttavia ancora non ho capito come calcolare la minima incertezza del laboratorio per la tabella di accreditamento Big Grin

Continuo a pensare, anche se non è scritto nei documenti accredia, che quell'incertezza minima sia l'incertezza delle masse di riferimento sommata quadraticamente all'incertezza del comparatore.

speriamo di capirci qualcosa


Ciao
Cita messaggio
#10
Sto aiutando un po' di aziende che hanno l'abilitazione con le CCIAA per passare sotto acreditamento di Accredia,
praticamente tutti hanno scelto la 17020 e non la 17025 perchè consente un approccio leggermente meno complesso,
pensa solo agli strumenti automatici dove fare una "taratura" nel senso previsto come laboratorio LAT è praticamente impossibile.
Secondo problema sono i tempi, è difficile farcela per marzo 2019 se non si riducono i tempi di attesa da Accredia
un saluto
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)