Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Stabilizzazione termica in laboratorio fondamentale per la taratura
#1
Di seguito un esempio di quanto sia importante acclimatare termicamente uno strumento di misura, in questo caso un multimetro palmare da 4,5 cifre di ottima qualità (giusto per non citare marca e modello), prima di eseguire la taratura.

Le tabelle che trovate in allegato riportano le misure eseguite in Tensione Continua su tutte le scale di misura del multimetro, prima e dopo l’acclimatazione.

Lo strumento prima della rilevazione dei dati si trovava in magazzino ad una temperatura di circa 15°C.

La prima tabella riporta i dati acquisiti dallo strumento dopo 5 minuti di permanenza in laboratorio, quindi non ancora stabilizzato termicamente.
La seconda tabella riporta i dati acquisiti dopo un periodo di permanenza in laboratorio di circa 4 ore ad una temperatura di circa 23°C e umidità di circa 50%UR, quindi completamente acclimatato.

Le misure sono state eseguite applicando le tensioni con un calibratore campione di riferimento del laboratorio.


Allegati Anteprime
   
Cita messaggio
#2
Concordo con Enrico,.
Anche a me è successo di riscontrare dei valori fuori specifica su multimetri molto spinti, a cui non era stato fatto l'acclimatamento.
Ottima tabella.
Dennis

Ricordate..... Le prove vanno fatte bene!!!! Tongue

Cita messaggio
#3
Oggi ho indagato ancora un pò. In allegato ho fatto la stessa verifica sulle resistenze, ed ecco a voi la situazione.


Allegati Anteprime
   
Cita messaggio
#4
Solo per aggiungere, all´ottimo spunto, che spesso il periodo di stabilizzazione termica é indicato nel manuale strumento.
Tipicamente, per strumenti tipici del settore EMC, si parla di 15-30minuti ma ho trovato strumenti vecchiotti (analizzatori di spettro) con tempi di warm-up fino a 2ore.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)