Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Riferibilità delle misure non coperte da CIPM MRA - ILAC P10
#1
Il documento ILAC P10 si occupa di descrivere la politica internazionale da adottare per garantire la riferibilità metrologica dei risultati di misura. In alcuni casi però garantire la riferibilità metrologica delle misure non è così semplice. Vediamo di seguito la politica che il documento ILAC P10 adotta in merito.

 
Il requisito generale per la riferibilità riportato nella ISO/IEC 17025:2005
5.6.1 Tutte le apparecchiature utilizzate per le prove e/o le tarature, comprese le apparecchiature per misurazioni ausiliarie (per esempio per le condizioni ambientali) che hanno un’influenza significativa sull’accuratezza o sulla validità del risultato della prova, taratura o campionamento, devono essere tarate prima di essere messe in servizio. Il laboratorio deve stabilire un programma ed una procedura per la taratura delle proprie apparecchiature.
 
In particolare per i laboratori di taratura, sempre dalla ISO/IEC 17025:2005
5.6.2.1.1 Per i laboratori di taratura, il programma di taratura delle apparecchiature deve essere concepito ed attivato in modo da assicurare che le tarature e le misurazioni eseguite dal laboratorio siano riferibili al Sistema Internazionale delle Unità (SI).
 
Per i campioni di riferimento il requisito di riferibilità dalla ISO/IEC 17025:2005
Campioni di riferimento
Il laboratorio deve disporre di un programma e di una procedura per la taratura dei propri campioni di riferimento. I campioni di riferimento devono essere tarati da un organismo che sia in grado di fornire la riferibilità come descritto al punto 5.6.2.1. Tali campioni di misura di riferimento conservati dal laboratorio devono essere utilizzati soltanto per la taratura e non per altri scopi, salvo sia possibile dimostrare che non siano invalidate le proprietà come campioni di riferimento. I campioni di riferimento devono essere tarati prima e dopo ogni messa a punto.
 
I casi previsti dal documento ILAC P10 sono sostanzialmente 3:
1)   Un NMI i cui servizi sono idonei e coperti da CIPM MRA. I servizi coperti da CIPM MRA sono disponibili nell' Appendice C di KCBD del BIPM (Bureau Internazionale Pesi e Misure) il quale per tutti i servizi elencati include il campo di misura e l'incertezza.
Nota 1: Alcuni NMI posso indicare che i servizi sono coperti da CIPM MRA riportando il logo CIPM MRA sui loro certificati di taratura, tuttavia non essendo obbligatorio l'uso del logo il BIPM KCDB resta la fonte principale per la verifica.
Nota 2: Gli NMI che partecipano alla Convenzione del Metro come stati membri possono prendere la riferibilità direttamente dalle misure fatte dal BIPM. Il KCDB fornisce un link automatico ai servizi di taratura del BIPM (inclusi campi di misura e incertezze). I singoli certificati di taratura concessi da BIPM sono elencati.
Oppure:
2)   Un laboratorio di taratura accreditato i cui servizi sono idonei (cioè lo scopo di accreditamento copre esplicitamente le appropriate tarature) e l'ente di accreditamento è coperto dagli accordi ILAC o da accordi regionali riconosciuti da ILAC.
Nota: alcuni laboratori indicano che i loro servizi sono coperti dagli accordi ILAC mettendo il marchio "ILAC Laboratory Combined MRA" sul certificato di taratura. Come alternativa, il simbolo di accreditamento dell'ente di accreditamento firmatario degli accordi ILAC e/o un MLA regionale riconosciuto può essere incluso sul certificato di taratura. Entrambe queste soluzioni costituiscono una dimostrazione di riferibilità.
Oppure:
3a) Un NMI i cui servizi sono idonei ma non è coperto da CIPM MRA. In questi casi l'ente di accreditamento deve stabilire una politica per assicurare che i servizi offerti soddisfano i criteri per la riferibilità metrologica rispetto alla ISO/IEC 17025:2005
Oppure:
3b) Un laboratorio di taratura i cui servizi sono idonei ma non coperto da accordi ILAC o da accordi regionali riconosciuti da ILAC. In questi casi l'ente di accreditamento deve stabilire una politica per assicurare che i servizi offerti soddisfino i criteri per la riferibilità metrologica rispetto alla 1SO/IEC 17025:2005.
I laboratori che hanno dimostrato la riferibilità delle loro misure tramite l'uso di servizi di taratura offerti in accordo ai precedenti punti 1) o 2) hanno utilizzato servizi che sono stati oggetto di una valutazione inter pares o di accreditamento.
Ciò non accade nei casi in cui i laboratori si trovano nelle situazioni indicate in 3a), o 3b); pertanto le situazioni 3a) o 3b) sono applicabili solamente quando i casi descritti in 1) o 2) non sono possibili per particolari tipi di taratura.
Il laboratorio quindi deve assicurare che sia disponibile l'evidenza di appropriate riferibilità e dell'incertezza di misura. L'ente di accreditamento deve valutare queste evidenze. Per ulteriori indicazioni vedere Allegato A.
Inoltre il paragrafo 5.6.2.1.2 della ISO/IEC 17025:2005 afferma:
Vi sono alcune tarature che al momento attuale non possono essere strettamente eseguite nelle unità SI. In questi casi la taratura deve fornire fiducia nelle misure stabilendo la riferibilità a campioni appropriati come:
- l'utilizzo di materiali certificati procurati da un fornitore competente a fornire caratterizzazioni fisiche o chimiche affidabili di un materiale;
- l'utilizzo di metodi specificati e/o campioni che sono chiaramente descritti e concordati da tutte le parti interessate.
La partecipazione a programmi idonei di confronti interlaboratorio è richiesta ogni volta possibile.
 
 
 
Pertanto la politica ILAC è:
Il Paragrafo 5.6.2.1.2 è applicabile esclusivamente nei casi in cui il laboratorio ha dimostrato che quanto richiesto nei punti da 1) a 3) non può ragionevolmente essere soddisfatto. E' responsabilità del laboratorio trovare un modo per soddisfare §5.6.2.1.2 e quindi di fornire evidenze appropriate. Tali evidenze devono essere documentate e valutate dall'ente di accreditamento.
 
ALLEGATO A
Linee Guida per situazioni nelle quali la riferibilità non è stabilita tramite CIPM MRA e gli accordi ILAC.
(Informativa)
Nei casi in cui la riferibilità viene stabilita tramite 3a) o 3b) della politica, sono necessarie delle azioni aggiuntive. In prima istanza l'ente di accreditamento deve indirizzare la situazione in una propria politica per la riferibilità.
In seconda istanza, i laboratori interessati devono conformarsi alla politica dell'ente di accreditamento. Infine i "valutatori inter parer" devono verificare l'efficacia di tale politica nel corso delle "valutazioni inter pares" condotte presso I' ente di accreditamento.
Resta inteso che la riferibilità coperta da 3a) e 3b) spazia da quella garantita dalle tarature effettuate da NMI fuori da CIPM MRA, a quelle eseguite dai laboratori accreditati che le effettuano fuori dal loro scopo di accreditamento, fino anche a quelle di laboratori non accreditati per alcun servizio (per qualsivoglia ragione).
Evidenze appropriate della competenza tecnica del laboratorio e della presunta riferibilità metrologica bene che includano, ma non solo, gli aspetti seguenti (la numerazione si riferisce ai paragrafi della norma ISO/IEC17025:2005).
·      Registrazioni delle validazione dei metodi di taratura (5.4.5)
·      Procedure di stima dell'incertezza di misura (5.4.6)
·      Documentazione riguardante la riferibilità delle misure (5.6)
·      Documentazione riguardante l'assicurazione della qualità dei risultati delle tarature (5.9).
·      Documentazione riguardante le competenze del personale (5.2)
·      Documentazione riguardante il luogo di lavoro e le condizioni ambientali (5.3)
·      Audit del laboratorio di taratura (4.6.4 e 4.1.4)
Per I laboratori non accreditati va osservato che potrebbe essere necessario effettuare una valutazione pratica del laboratorio utilizzato, simile a quella che eseguirebbe un ente di accreditamento in conformità alla norma ISO/IEC 17025, per assicurare che il lavoro svolto sia effettivamente con la dovuta competenza.
E' biasimevole che la scelta di utilizzare le opzioni 3a) e 3b) venga adottata unicamente per motivi economici; dovrebbe essere adottata come ultima possibilità, quando le altre opzioni non risultano disponibili.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)