Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Resistenza residua taratura decade di resistenze
#1
Ciao
Sapete dirmi come mi devo comportare durante la taratura di una decade, che presenta una R residua quando è completamente con i selettori al valore di 0ohm???
Devo eseguire il NULL sul multimetro (annullandola) che uso per verificarla oppure devo lasciare che la R residua compaia fra i risultati di taratura poiché chi la utilizzerà non andrà ad azzerare l’errore??

Oppure avete altre alternative??
Cita messaggio
#2
(21-11-2014, 16:28)giangal Ha scritto:  Ciao
Sapete dirmi come mi devo comportare durante la taratura di una decade, che presenta una R residua quando è completamente con i selettori al valore di 0ohm???
Devo eseguire il NULL sul multimetro (annullandola) che uso per verificarla oppure devo lasciare che la R residua compaia fra i risultati di taratura poiché chi la utilizzerà non andrà ad azzerare l’errore??

Oppure avete altre alternative??

Tecnicamente, l'operatore che utilizzerà la decade dovrebbe tenere conto della resistenza residua Rolleyes nelle specifiche delle decadi generalmente è anche definita questa resistenza.
Cita messaggio
#3
Nelle decadi è inserita fisicamente una resistenza, solitamente di valore molto basso pari a 0,2ohm, per non avere mai resistenza nulla fra le due banane femmina. Nelle decadi che abbiamo noi in azienda questo valore resistivo è esplicitato sulla serigrafia della macchina e sul manuale di uso e manutenzione.
Questo valore resistivo è sicuramente da considerare da parte dell'operatore per valori bassi inferiori almeno ai 100ohm poi direi che inizia ad essere veramente trascurabile. Per tali decadi, che normalmente vengono usate nei reparti di collaudo, risulta difficile eseguire una operazione di NULL durante l'utilizzo normale, poichè vengono utilizzate con apparecchiature che non sono multimetri. Quindi occorre tenere presente del valore resistivo minimo durante l'uso
Dennis

Ricordate..... Le prove vanno fatte bene!!!! Tongue

Cita messaggio
#4
Ok quindi mi sembra di capire che devo fare le misure senza annullare tramite il NULL del multimetro.

grazie
Cita messaggio
#5
(24-11-2014, 21:42)giangal Ha scritto:  Ok quindi mi sembra di capire che devo fare le misure senza annullare tramite il NULL del multimetro.

grazie

No no, esegui la misura con il NULL ma poi esegui anche la misura del residuo e riportala sul certificato
Cita messaggio
#6
Fai pure come ti suggerisce Syndrome, l'importante è che la consideri o la espliciti così che l'operatore possa tenerne di conto durante l'utilizzo. Se la annulli solamente senza scrivere niente nel rapporto l'utilizzatore non saprà mai dell'offset fisso rilevato.
Dennis

Ricordate..... Le prove vanno fatte bene!!!! Tongue

Cita messaggio
#7
Grazie a tutti e due. Credo che riporterò l'offset a parte come consigliato da syndrome.
Cita messaggio
#8
Direttamente dal sito di Accredia (Allegato_1 SIT_Tec_015_07):
[...] sono gli incrementi di resistenza rispetto a R0[...] (vedi allegato)

Quindi bisogna riportare la resistenza R0 solo all'inizio. Poi i valori successivi devono essere quanto misurato meno la R0 (perché sono solo gli incrementi non il valore trovato).


Il motivo è che quando poi andrai a utilizzare la decade la resistenza totale sarà la somma di quelle che hai impostato, e che hai preso dalla precedente taratura. Ma se non levi R0 allora ti ritroverai a sommare sempre R0 per ogni decade.


Allegati Anteprime
   
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)