Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Masse speciali e centri LAT
#1
Buonasera a tutti,
mi ripresento con un problema che mi ha spiazzato.
Essendo entrato in un laboratorio che sta facendo domanda per eseguire verifiche periodiche su strumenti NAWI, siamo in possesso di una massa da 500kg munita di certificato LAT.
Questa massa "dovrebbe" essere una prima linea e quindi da certificato, l'errore sul valore convenzionale la colloca in F1.

C'è un però... siamo stati bloccati dalla CCIAA in quanto l'incertezza estesa di taratura della massa in questione è di ben 7g che è decisamente superiore al terzo previsto dalla OIML R111.
Consultando l'elenco dei centri LAT sul sito Accredia sono rimasto stupito dal fatto che non ne ho trovato alcuno che possa garantire un'incertezza relativa su quel tipo di masse tale da soddisfare la classe di precisione F1 però ammetto che non ho consultato tutti centri di taratura elencati.

Le mie domande da neofita di questo mestiere sono:
I certificati di taratura LAT non mettono la classe di precisione sul documento se non specificamente richiesto ?
Sul mio in effetti manca la dicitura F1 (infatti non lo è) mentre avendo comprato una pesiera da un altro centro LAT questa mi è stata fornita con tanto di conferma di taratura in F1 nero su bianco.

E' così difficile avere una taratura su masse speciali da 500kg che ne identifichi la classe in F1 ?

Grazie a chiunque voglia darmi un po' di delucidazioni.
Cita messaggio
#2
buonasera
in generale, per quello che ne so, il certificato LATnon esprime o non può esprimere la conformità alla clase OIML R 111;
alcuni centri non italiani, emettono su richiesta questa attestazione come documento a parte o come allegato al certificato EA.
Attenzione però che la tabella OIML fornisce la tolleranza intesa come errore massimo permesso rispetto al valore nominale per una tipologia di massa, tuttavia una massa per essere assegnata ad una classe deve rispettare anche i requisiti costruttivi
questi sono particolarmente difficili da ottenere per una massa da 500kg ; questo vuol dire che quasi sicuramente la massa che avete a disposisizione dovrebbe essere una massa in classe M1-2 probabilmente senza particolari problemi utilizzabileper le verifiche sugli strumenti comemrciali, classe III
un saluto
Cita messaggio
#3
Grazie der_nister della risposta.
pensavo che il certificato LAT fosse la cosa più insindacabile a proposito di masse, invece mi vedo costretto a cercare ulteriori conferme.
Infatti la massa in oggetto diventa una M1 anche se il suo utilizzo era proprio quello di fare da campione di prima linea per altre 6 masse da lavoro che sono state acquistate in M1-2 (queste munite di certificato di verifica periodica nel quale ahimè alcune incertezze sono talmente alte che mi fanno scendere alcune delle stesse fino alla classe M3).
Disponendo di comparatori di massa pensavo di emettere io un certificato di taratura per quelle da lavoro (come scritto nel DM 4 aprile 2003) ma non avendo una prima linea idonea sono bloccato.
Sad
Cita messaggio
#4
mi permetto ricordare una cosa, dal 18 settembre il decreto del 2000 è decaduto e sostituito dal decreto 93 di ques'anno.
per gli strumenti per pesare non automatici, si fa riferimento alla scheda allegata, a questo proposito dice :
"l’errore massimo tollerato della massa che non deve superare 1/3 del massimo errore tollerato dello strumento sottoposto a verifica periodica per il carico di prova;
l’incertezza di misura connessa alle operazioni di taratura non deve essere superiore a 1/3 dell’errore massimo tollerato per la classe di precisione "

in pratica : pensando ad uno strumento con portata 600 kg e divisione 200 g (classe III)
a 500 kg EMP = 3 divisioni = 600 g; 1/3 di 600 g = 200 g questo è l'errore massimo ammesso per la massa, se ho ben capito il campione secondario
il valore può essere determinato in modo autonomo con i comparatori purchè l'incertezza con cui si determina il valore della massa sia almeno 1/3 dell'errore massimo di cui sopra,
nell'esempio 1/3 di 200 g = 65 g (arrotondato).
con un campione primario come quello che sembra esser disponibile e con l'incertezza del certificato di taratura e un buon comparatore non dovrebbe essere difficile restare in queste tolleranze
un saluto
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)