Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Manometro molla Bourdon
#1
Uno dei più diffusi manometri per la misura di pressione è il Manometro di Bourdon, esso viene utilizzato per misurare la pressione di un fluido (gas o liquido) rispetto alla pressione atmosferica. Il principio di funzionamento consta nel far flettere (deformare) la molla di Bourdon, sottoposta alla pressione esercitata dal fluido introdotto al suo interno. La molla è costituita da un tubo di sezione elittica piegato ad uncino con una estremità aperta (dove viene introdotto il fluido) e l’altra chiusa.
Introdotto il fluido (del quale si vuole determinare la pressione) la molla in questione, deformata dalla pressione esercitata dal fluido, fa ruotare una lancetta (indicatore) su una scala graduata che indica la pressione esercitata all’interno della molla.

Ecco un’immagine in allegato di un manometro di questo tipo dove si possono individuare i seguenti elementi che lo compongono.


Manometro Bourdon: 1)Anello di chiusura; 2)Guarnizione del vetro; 3)Vetro; 4)Quadrante; 5)Viti fissaggio quadrante; 6)Cassa; 7)Lancetta azzerabile; 8)Movimento; 9)Viti fissaggio movimento; 10)Molla tubolare; 11)Dado dell’attacco terminale; 12)Attacco terminale molla; 13)Vite scalino attacco terminale; 14)Tirante regolabile in due pezzi; 15)Viti regolazione tirante; 16)Vite scalino con ranella e dado scalino; 17)Raccordo bloccaggio molla; 18)Viti fissaggio perno; 19)Guarnizione; 20) perno.


Allegati Anteprime
   
Cita messaggio
#2
Grazie per la spiegazione Wink

Avrei una domanda a tal proposito, la parte di regolazione in alcuni casi presenta più viti e più alloggiamenti (in basso, in centro e in alto).
A volte tutti e 3 gli alloggiamenti sono formati da binari che permettono quindi la regolazione.

Ma quale di questi andrebbe toccato per eseguire la messa a punto?
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)