Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Esempio di calcolo incertezza estesa
#1
Ciao
Vi volevo proporre un semplice calcolo di incertezza, che nell’esempio in allegato è stato associato ad un termometro digitale con sonda, ma che può essere utilizzato anche per altre tipologie di strumenti.
Il calcolo è molto semplice vi può tornare utile per attribuire l’incertezza di misura al vostro strumento di riferimento. Per l’utilizzo come campione di taratura vi dovete verificare se vi sono altri contributi di incertezza con inseriti nella tabella.


Allegati
.xls   calcolo incertezza facile temperatura.xls (Dimensione: 32.5 KB / Download: 559)
Cita messaggio
#2
Grazie Piesco. Facile ed intuitivo da utilizzare
Cita messaggio
#3
Ciao a tutti, volevo chiedere se è possibile utilizzarlo anche per altre tipologie di strumentazione.

grazie
Cita messaggio
#4
Si lo si può utilizzare per altre tipologie di strumenti. Verificate però che non vi siano altri contributi di incertezza altrimenti dovete adattarlo.

ciao
Cita messaggio
#5
A mio modesto parere trattare l'errore come se fosse una componente di incertezza è sbagliato. Ad un attento ispettore, non sfugge la domanda, ma dove è scritto? In quale documento si trova? Perchè secondo la GUM l'errore va sempre corretto e trattarlo in questo modo a mio parere è sostanzialmente e formalmente sbagliato. Una osservazione immediata è, l'errore che tipo di distribuzione ha?
L'unica cosa che si può proporre, (ma alcuni ispettori dicono sempre NI) e di sommarlo in valore assoluto alla fine, cioè come indicato nel SIT_Tec_009_05
Qualora non si applichi la correzione alla lettura dello strumento, l'incertezza estesa associata alle misure è: U'(em) = U(em) + | em |
Cita messaggio
#6
Grazie Paolino.

Probabilmente il file è stato fatto per chi lavora in campo e non vuole eseguire le correzioni poichè alle volte troppo dispendiose in termini di tempo e anche perchè molti manutentori non hanno la sensibilità metrologica necessaria ad utilizzare correttamente un certificato di taratura.
Cita messaggio
#7
Ciao,

sono una neofita del vostro stupendo sito.
Ho subito una domanda da fare e spero che qualcuno mi possa aiutare.Ho necessità di sapere come calcola l'incertezza di un termoigrometro secondario tarato tramite confronto con un termoigrometro primario.
La taratura l'ho eseguita su n.5 valori di umidità ad una isoterma costante 23°C.
La risoluzione del mio strumento secondario è 0.1 e l'incertezza estesa del mio campione primario è 2%.
Qualcuno riesce ad aiutarmi?
Cita messaggio
#8
Ciao Ilaria benvenuta. Posso chiederti la gentilezza di aprire una nuova discussione chamandola "incertezza di taratura termoigrometro" nella sezione temperatura e umidità?? Sarò felice di aiutarti in prima persona.

Grazie è di nuovo benvenuta
Cita messaggio
#9
Salve a tutti,

ho scoperto ieri questo interessantissimo forum e avrei una domanda riguardante il calcolo dell'incertezza nel foglio excel.
Perché viene calcolata anche l'incertezza legata all'accuratezza? Non è implicitamente già presente nell'errore?
Secondo me, se si corregge l'errore utilizzando il valore riportato nel certificato di taratura nel calcolo dell'incertezza di misura si dovrebbe ignorare anche il termine uprec oltre che uind. Altrimenti è come se l'errore dovuto all'accuratezza si calcolasse 2 volte.
E anche se non si correggesse l'errore (cosa a quanto ho capito sconsigliabile), l'accuratezza non sarebbe comunque già computata come contributo nell'errore stesso?

Attendo i chiarimenti di voi esperti!
Grazie.
Cita messaggio
#10
Ciao benvenuta. L'accuratezza data dalla casa madre è da intendersi come deriva a lungo termine. Pertanto non è compresa nel l'errore dello strumento.

Di nuovo benvenuta, grazie per la perspicace domanda.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)