Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Differenza taratura vs calibrazione
#1
Cerchiamo di capire il significato dei termini riportati nel titolo di questo thread.

In molti ambiti lavorativi mi è capitato spesso che vengano confusi i significati di queste due parole. Il VIM in questo caso ci aiuta notevolmente. Per chi non sapesse cosa è il VIM vi rimando alla discussione che lo riguarda:

http://www.misurando.org/forum/Thread-VIM-Vocabolario-Internazionale-di-Metrologia

La definizione del termine "taratura" sul VIM è la seguente:
Operazione eseguita in condizioni specificate,che in una prima fase stabilisce una relazione tra i valori di una grandezza, con le rispettive incertezze di misura, forniti da campioni di misura, e le corrispondenti
indicazioni, comprensive delle incertezze di misura associate, e in una seconda fase usa queste informazioni per stabilire una relazione che consente di ottenere un risultato di misura a partire da un’indicazione


Il termine "calibrazione" non dovrebbe essere usato in italiano per designare la taratura.

Calibrazione è tradotto direttamente dall'inglese "calibration", il significato di questa parola inglese è l'equivalente del significato "taratura" in italiano. La parola calibrazione in Italiano come già detto non dovrebbe mai essere utilizzata, se la si vuole utilizzare essa assume lo stesso significato di "regolazione" o "aggiustaggio" o "messa in punto" che sempre dal VIM ha il seguente significato:

Insieme di operazioni svolte su un sistema di misura, affinché esso fornisca indicazioni prescritte in corrispondenza di determinati valori di grandezze da sottoporre a misurazione.
Cita messaggio
#2
Ottimo, anche io sento frequentemente la parola calibrazione utilizzata in modo improprio.

Grazie Enrico
Cita messaggio
#3
De nada.
Cita messaggio
#4
Ciao,
la taratura e la calibrazione (dove effettuabile) fanno parte entrambe del processo di conferma metrologica.
La taratura è quel processo che misura l'errore dello strumento così come trovato, e quindi è affetta da un suo proprio errore (di cui si deve trovare riscontro nel certificato).
La calibrazione invece è quella serie di operazioni che vengono fatte su uno strumento "regolabile", tipicamente trasduttori di segnale, dopo che la taratura ha rilevato un errore fuori dalle specifiche. La calibrazione quindi prevede una perturbazione dello strumento (diciamo un "aggiustaggio" del valore in uscita, una modifica alla curva di calibrazione), per questo motivo va sempre seguita da una nuova taratura che permetta di certificare la conformità dell'errore dello strumento.
Attenzione che le norme prevedono che se uno strumento viene trovato fuori specifica e viene regolato (cioè ne viene fatta la calibrazione) bisogna tenere sia la registrazione della taratura dello strumento "come trovato" sia quella "come lasciato" dopo la calibrazione.
Infine se lo strumento dopo la prima taratura risulta non conforme sarebbe anche necessario ripercorrere tutti i controlli in produzione effettuati con tale strumento prima della taratura.
Cita messaggio
#5
Grazie del contributo Stefania.
Cita messaggio
#6
Ecco, perfetto. Sai quanto tempo è che mi batto su questo? TARATURA, si dice TARATURA. Se per calibrazione intendiamo l'aggiustamento o la regolazione, chiamiamolo aggiustamento e non calibrazione!
ciao
F
Cita messaggio
#7
La parola calibrazione non deve essere utilizzata in ambito Metrologico(deriva dalla traduzione impropria di calibration);il termine corretto e' Taratura;qualora lo strumento necessita' di messa in punto (sia Hardware che software) occorre effettuare un adjustment(messa in punto) e poi ri-effettuare di nuovo una taratura
Cita messaggio
#8
Calibrazione è un termine metrologico che si utilizza per indicare le operazioni di modifica dei parametri della curva di calibrazione di uno strumento composto da un trasduttore e da un sistema di acquisizione del segnale in uscita dal trasduttore (e successivo amplificatore). Nella stragrande maggioranza di casi si tratta di modificare i parametri della curva di linearizzazione del segnale.
In realtà lo si fa tutte le volte che settiamo un visualizzatore per leggere un valore in uscita da, ad esempio, una termocoppia, un trasduttore di pressione/portata, uno strain gauge ecc...

Taratura e calibrazione sono quindi due operazioni totalmente diverse e da NON ESEGUIRE nello stesso momento.

Nel caso in cui, a seguito di una taratura, uno strumento necessiti di una calibrazione è necessario registrare la taratura PRIMA (as found) e DOPO (as left) l'esecuzione della calibrazione.
Cita messaggio
#9
Ciao
Se si "modificano i parametri della curva di taratura" siamo di fronte ad una regolazione(messa in punto,aggiustaggio,etc) . Questo si fa di solito quando alcuni punti della curva di linearizzazione risultano fuori specifica.
Il riscontro dei punti fuori specifica si ha con una prima taratura (as found); dopo aver modificato i parametri occorre fare di nuovo la taratura(As left)

Alla voce regolazione il Vim recita:
insieme di operazioni svolte su un sistema di misura, affinché esso fornisca indicazioni prescritte in corrispondenza di determinati valori di grandezze da sottoporre a misurazione

NOTA 1 Diversi tipi di regolazione sono la regolazione dello zero, la regolazione di offset e la regolazione del campo di lettura (denominata anche regolazione di guadagno).
NOTA 2 La regolazione di un sistema di misura non dovrebbe essere confusa con la sua taratura, che è un prerequisito della regolazione.
NOTA 3 In genere dopo una regolazione il sistema di misura deve essere tarato nuovamente.
Cita messaggio
#10
(15-07-2014, 12:09)Massimiliano Villa Ha scritto:  La parola calibrazione non deve essere utilizzata in ambito Metrologico(deriva dalla traduzione impropria di calibration);il termine corretto e' Taratura;qualora lo strumento necessita' di messa in punto (sia Hardware che software) occorre effettuare un adjustment(messa in punto) e poi ri-effettuare di nuovo una taratura

Concordo con quanto detto da te sia sulla traduzione impropria dei termini che sulla calibrazione necessaria se uno strumento che non è tarabile secondo le normali procedure, ma che successivamente alla calibrazione lo sarà.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)