Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Certificato di taratura del costruttore
#1
Ho appena acquistato una massa campione per la verifica di una bilancia nella mia azienda. Il costruttore mi ha fornito il certificato di taratura. Ora non so se è comunque il caso di fare tarare la massa da un laboratorio di terza parte oppure se è sufficiente avere il documento del costruttore.
Cita messaggio
#2
Ciao marfer.
Se il costruttore è anche laboratorio accreditato e quindi ti ha fornito un certificato Accredia (o equivalente in ambito EA), ti dovresti fidare senza problemi.
Unica accortezza: verifica che l'incertezza estesa di taratura sia inferiore o uguale a 1/3 della tolleranza, come riportato sulla raccomandazione internazionale OIML R111 (che puoi scaricare liberamente da internet).
Cita messaggio
#3
Non credo sia un certificato accreditato perchè non riporta i loghi di Accredia. Secondo te è meglio mandarlo in Accredia??

Dove trovo il valore di tolleranza??

grazie
Cita messaggio
#4
Il documento di riferimento è qui: http://www.oiml.org/en/files/pdf_r/r111-1-e04.pdf e la tabella delle tolleranze è a pag.12.
Ad esempio se la massa che hai acquistato è un 200g in classe E2, la tolleranza è 0,3mg quindi l'incertezza estesa di taratura dovrà essere 0,1mg o inferiore.
Se il rapporto di taratura non indica l'incertezza estesa, oppure se l'incertezza è superiore a quanto indicato, ti suggerisco di far tarare la massa ad un centro accreditato. In questo modo sarai sicuro di evitare contestazioni o addirittura non conformità in sede di audit, oltre naturalmente ad avere garanzia di riferibilità della misura.
Cita messaggio
#5
grazie delle info, ora vado a leggere un pò
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)