Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Calibrazione chiave dinamometrica Stahlwille
#1
Di seguito la procedura di messa a punto di una chiave dinamometrica Stahlwille.
Innanzitutto si devono trovare i buchi di calibrazione. Le stahlwille ne hanno sempre 2, poichè permettono una messa a punto non lineare correggendo l'errore nelle fasce basse e nelle fasce alte di coppia.
Questi si trovano sempre nel lato sinistro della chiave, mostrata qui sotto in figura.
Nelle chiavi più grandi i buchi sono già a vista, in quelle più piccole come in questo esempio si trovano nascoste sotto il manico (cerchiato di rosso) e quindi è necessario rimuoverlo facendo una lieve pressione.

[Immagine: nby838.jpg]

Si sono quindi trovati i buchi. Come sistema di orientamento, teniamo il punto di serraggio a sinistra e la scala di coppia in alto.
Nei buchi ci sono 2 viti con la testa a brugola.

Il buco di sinistra (A) regola la fascia alta di coppia, quello di destra (B) regola la fascia bassa.

Girando in senso orario si aumenta il valore di coppia, girando in senso antiorario si diminuisce.

Si comincia a sistemare la fascia bassa di coppia. Si imposta la chiave al 20% del valore di coppia massima e si testa. Si regola la vite (B) fino ad ottenere il valore desiderato.

Si procede a sistemare la fascia alta di coppia, impostando la chiave al 100% del valore di coppia massima. Si regola la vite (A) fino ad ottenere il valore desiderato.

A questo punto si deve ritestare il valore di fascia bassa, per controllare che la regolazione in (A) non abbia influito un po' anche sulle fascie basse.

Infine si verifica la fascia media, al 60% di coppia massima.
Non esistono viti apposite per la fascia media, quindi se dopo l'aggiustaggio in A e in B questa risultasse fuori, si deve cercare di trovare un compromesso con le fasce basse e le fasce alte per cercare di farcelo stare dentro le tolleranze.

[Immagine: m9mx5v.jpg]
Cita messaggio
#2
Grazie Antonio per il preziosissimo contributo.
Cita messaggio
#3
Ciao Syndrome, ti andrebbe di spiegare (magari in un'altra discussione dedicata per non inquinare questa) come si tarano le chiavi dinamometriche?? che campioni si utilizzano?? metodologie??

ti ringrazio anticipatamente.
Cita messaggio
#4
(16-04-2014, 13:20)gulrec Ha scritto:  Ciao Syndrome, ti andrebbe di spiegare (magari in un'altra discussione dedicata per non inquinare questa) come si tarano le chiavi dinamometriche?? che campioni si utilizzano?? metodologie??

ti ringrazio anticipatamente.

Appena ho un attimo di tempo la preparo!
Cita messaggio
#5
Grazie Antonio.
Cita messaggio
#6
Grazie syndrome te ne sarei grato.

Aspetto ansioso.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)