Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
45501 e calcolo dell'errore in sede di verifica
#1
Buondì,
vorrei sapere cosa ne pensa chi si occupa di verifiche periodiche su strumenti per pesare non automatici, del punto A.4.4.3 della 45501:2015 che spiega come determinare l'errore.
Nella formula si definisce l'uso di 1/10 di e da aggiungere per far scattare inequivocabilmente di una divisione l'indicazione, quindi si ritiene necessaria una pesiera con frazioni di e nei formati più comuni ( 10x100mg,10x200mg,10x500mg...eccetera).
Nel caso non si disponesse di sufficienti quantità di queste frazioni, è possibile operare con la sostituzione dei pesi ?

Mi spiego meglio:
ho una pesiera che contiene la solita combinazione:
1 peso da 1g
2 pesi da 2g,
1 peso da 5g,
1 peso da 10g,
2 pesi da 20g,
...

Se dovessi determinare l'errore con incrementi da 1g (quindi e=10g per ipotesi), è corretto utilizzare i pezzi da 1g, da 2g e 5g in modo da incrementare in questo modo:

metto 1g e controllo l'indicazione,
rimuovo il grammo e metto il peso da 2g--> controllo l'indicazione,
aggiungo il peso da 1g precedentemente rimosso (adesso ho 2+1 sul piatto)--> controllo l'indicazione,
rimuovo il grammo e metto il peso da 2g (adesso ho 2+2 sul piatto)--> controllo l'indicazione,
rimuovo entrambi i pesi da 2g e metto 5g sul piatto--> controllo l'indicazione,
e via così, spero di essermi fatto capire.

qualche opinione su questo metodo ?
grazie in anticipo
Cita messaggio
#2
buon giorno.
personalmente non concordo con questa modalità, nel senso che lo spirito della norma è quello di aggiungere a step tutti uguali;
aggiungendo e togliendo si ritorna sempre a zero (o meglio al valore della massa messa in precedenza)
probabilmente l'applicazione del metodo proposto porta agli stessi risultati, coè allo stesso esito di verifica periodica, e potrebbe non essere valutato negativamente da chi fa abilitazioni (vecchio decreto) o accreditamenti (nuovo decreto).
Detto questo, tenendo conto che buona parte degli strumenti industriali ha la possibilità di visualizzare la sottodivisione e del costo relativamente basso delle masse di valore nominale di qualche decina di grammi e delle frazioni, consiglierei di gestirlo con masse tutte uguali
saluti
Cita messaggio
#3
Grazie der_nister, era quello che immaginavo anche perché la 45501 non da molto spazio all'interpretazione, dicendo appunto di "aggiungere" frazioni.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)